Home Intrattenimento Alien Descrizione

xemorfosi

SCHEDA :

Oltre al suo particolare ciclo evolutivo, gli Alien mostrano uno schema comportamentale abbastanza avanzato. Qui di seguito sono elencati alcuni di questi schemi, assieme a consigli di comportamento sia difensivo che offensivo da utilizzare in caso di contatto.

Comportamenti

L'aspetto "animale" dell'Alien nasconde la sua crudele intelligenza. Nonostante sia una "macchina per uccidere" pressoché perfetta, l'Alien non uccide se non direttamente minacciato: gli esseri umani sono troppo preziosi per il loro "nido" per sprecarli senza motivo. La sua abilità nel superare in astuzia i suoi avversari lo collocano il suo QI di molti punti più in alto di tutte le forme di vita non-umane conosciute. La sua astuzia mentale è senza dubbio l'arma più letale, senza la quale le sue altre caratteristiche biologiche sarebbero inutili.

Gli Alien si prendono cura, proteggono e nutrono la Regina e le uova: questo è il loro istinto primario. Il secondo obiettivo è quello di garantire la riproduzione della specie; questo è facilitato catturando "ospiti" vivi e mettendoli a disposizione dei Facehuggers, che sono necessari per il processo riproduttivo. Un'altra priorità per l'Alien è la protezione del suo nido, ed il suo mantenimento. Gli Alien sono spietati nei confronti degli intrusi, una volta scoperti.

Per conseguire i suoi scopi, gli Alien si creano anche un particolare tipo di habitat. Quando sono numerosi, utilizzano materiale organico (apparentemente anche i loro stessi corpi) per rivestire completamente i corridoi che utilizzano per costituire il nido. Come risultato, sono estremamente difficili da distinguere, mimetizzandosi perfettamente con il loro ambiente. Queste pareti, in combinazione con una sostanza gommosa a rapida esiccazione (secreta dagli Alien stessi), vengono usate anche per imprigionare gli organismi viventi necessari alla riproduzione.
Possedendo un'intensa curiosità, gli Alien solitamente passano molto tempo ad esaminare un organismo vivente prima di decidere cosa farne, e qualche volta non lo aggrediscono, se non presenta un reale pericolo o una possibilità d'utilizzo per la riproduzione.

Gli Alien sono carnivori, e sono soliti paralizzare e "imbozzolare" con il loro muco le loro prede, come fanno i ragni con le mosche; in questo modo la preda viene mantenuta in vita per molto tempo senza pericolo di decomposizione. Questa loro natura carnivora li rende praticamente immuni dalla paura, arrivando al punto di manifestare tendenze suicide pur di raggiungere la preda. E' stato ipotizzato che gli Alien adulti possano trasformare del "materiale organico vivo" (ossia le prede imbozzolate) in un uovo completo, in caso di pericolo di sopravvivenza della specie e/o in mancanza di una Regina. Questo sembra altamente improbabile, in quanto violerebbe molte leggi biologiche; il destino delle prede imbozzolate dovrebbe essere quello di diventare cibo oppure ospiti per la riproduzione. Ciononostante, quanto successo sulla nave stellare "Nostromo" potrevve avvalorare anche l'ipotesi della trasformazione della preda in un uovo di Alien.

Gli Alien sono leggeri, agili ed estremamente veloci, al punto di battere agevolmente qualsiasi essere umano. Hanno inoltre mostrato di essere perfettamente in grado di nuotare ad alta velocità e di arrampicarsi anche su superfici su muri e soffitti apparentemente lisci.

Punti di forza degli Alien

La cosa peggiore che un potenziale avversario di un Alien può fare, è di dargli sufficiente tempo per pensare. L'intelligenza degli Alien permette loro di valutare comportamenti alternativi per battere le altre forme di vita. Gli Alien attaccano in maniera silenziosa; a volte preferiscono la rapidità alla silenziosità, ma solo quando valutano alte le probabilità di successo dell'attacco. Dimostrano di essere estremamente pazienti nell'attesa del momento giusto per un attacco, e una volta che si sono prefissi uno scopo non c'è niente in grado di fermarli.

I punti di forza degli Alien da un punto di vista fisico sono numerosi. La coda, pur restando estremamente flessibile, è chitinosa, provvista di punte accuminate e con una punta affilata come una lama, e gli Alien la utilizzano spesso come arma. Spesso gli Alien attaccano frontalmente la preda, lanciando improvvisamente in avanti la coda appuntita per colpirla di sorpresa. Anche la lingua dentata all'interno della bocca dell'Alien viene spesso utilizzata come arma, essendo in grado di essere protesa fulmineamente e di spaccare facilmente qualsiasi osso o corazzatura leggera. La loro capacità di arrampicarsi li aiuta nei loro attacchi a sorpresa, afferrando le vittime dall'alto e tenendole sospese mentre vengono disarmate o uccise. La loro forza fisica è enorme, tale da permettergli di spezzare letteralmente in due una vittima umana o di sfondare paratie metalliche non blindate.

Uccidere un Alien, al di là di tutti gli altri pericoli che questa azione comporta, non è un impresa facile né priva di rischi. Infatti l'Alien adulto, che ha completato la costituzione dei suoi meccanismi di difesa, ha il sangue composto da un acido molecolare in grado di sciogliere anche i metalli più resistenti; le armi da fuoco, che sembrano essere le più efficaci per la loro uccisione, spesso comportano "l'esplosione" dell'Alien stesso, che così spruzza l'acido molecolare in un vasto raggio intorno a sé. E' facile intuire le conseguenze per l'aggressore che si trovi nelle immediate vicinanze. Comunque, al contrario dei Facehuggers, sembra non possano "spruzzare" volontariamente l'acido: nel film "Alien Resurrection" infatti, per evadere dalla gabbia due Alien ne sbranano un terzo, al fine di liberare l'acido che scaverà nel pavimento la loro via di fuga. Se fossero stati in grado di spruzzare l'acido, non sarebbe stato necessario questo cruento sacrificio del loro compagno.

Un punto di forza indiretto degli Alien risiede nell'"umanità" stessa degli uomini. I soldati, nella concitazione della battaglia, spesso dimenticano che è praticamente impossibile salvare un uomo, una volta catturato da un Alien. Anche se salvato in un momento successivo, sono alte le possibilità che l'uomo sia già stato incubato con una larva. Anche se l'uomo usa come arma la sua speranza, in questo caso dovrebbe fronteggiare la realtà, e accettare le perdite come tali. In caso contrario, le sue emozioni e passioni possono portarlo alla sconfitta. Il giusto atteggiamento mentale nel combattere gli Alien può essere riassunto nel noto motto dei Marines Coloniali: "siate gelidi".

Debolezze degli Alien

Un combattente accorto può avvantaggiarsi della notoria furia combattiva degli Alien. Anche se abbastanza intelligenti, se messi sotto pressione gli Alien caricano in gruppo in maniera cieca e stupida. Questa caratteristica dà agli umani la possibilità di ucciderne molti assieme, attirandoli in una trappola oppure sulla linea di fuoco dell'artiglieria pesante. Gli Alien mostrano comunque una spiccata capacità di apprendimento, per cui sarà difficile ripetere due volte la stessa tattica.

Nonostante le uniche armi efficace a medio-lunga distanza contro gli Alien siano le armi da fuoco, l'esperienza dimostra che l'arma più efficace in assoluto sia il lanciafiamme (il fuoco in generale); gli Alien infatti vengono uccisi dalle fiamme e contemporaneamente il corpo non viene lacerato, prevenendo gli spruzzi di acido molecolare.

Come menzionato precedentemente, gli Alien sono creature a sangue freddo, perciò non possono essere localizzate con rivelatori ad infrarossi. La maniera migliore di localizzarli è utilizzare i rilevatori di movimento.

Naturalmente, gli Alien sono totalmente sprotetti da attacchi con armi pesanti (come missili, bombe e armi nucleari), ma sembra che essi siano consci di dover sconfiggere gli aggressori prima che questi armamenti possano essere impiegati. Le battaglie già combattute contro gli Alien sembrano dimostrare che siano piuttosto abili nel portare a compimento questo obiettivo.

 

Fonte originale: http://www.alien.it/